Riportiamo l’articolo sulla visita del nostro Paolo Valeri nella Sezione di Bassano del Grappa presente sul sito dell’AIA.

Lo scorso 22 marzo la sezione di Bassano del Grappa ha avuto il piacere e l’onore di avere come ospite l’arbitro internazionale Paolo Valeri della Sezione di Roma 2.
Dopo il ringraziamento da parte del Presidente di Sezione Stefano Suelotto all’amico e collega, è stato mostrato un video illustrativo sulla brillantissima carriera del gradito ospite.
Paolo, dopo aver ricambiato i ringraziamenti ed aver sottolineato l’affettuosa accoglienza ricevuta, ha esordito spronando subito gli arbitri, in particolare quelli più giovani, invitandoli a “non smettere mai di sognare”, perché “non è passato poi cosi tanto tempo” ha aggiunto Paolo, “quando io stesso, da giovane arbitro in platea, ammiravo gli ospiti importanti che arrivavano nella mia Sezione”.
“E’ fondamentale frequentare l’ambiente sezionale perché è l’unico posto dove arbitri a disposizione dell’Organo Tecnico Provinciale e della Regione possono preparare le partite, al contrario di un nazionale che è più agevolato avendo accesso a molte informazioni. Alla Can A la nostra preparazione si basa anche sulla visione di filmati per capire come una squadra ad esempio si schiera sui calci di punizione e, in generale, su altri aspetti tattici. Ogni squadra ha le sue caratteristiche e conoscerle consente di assumere posizionamenti sempre più idonei che ci consentano di sbagliare meno; noi arbitriamo alla domenica, ma è in settimana, con un quotidiano lavoro, che si prepara la partita e su questo non si può mai farsi trovare impreparati; il confronto poi con i colleghi è fondamentale perché si possono trovare gli spunti necessari per crescere ed evitare di farsi cogliere dall’effetto-sorpresa”. Paolo ha inoltre posto l’accento sull’importanza della preparazione atletica come punto imprescindibile per essere lucidi durante tutti i 90 minuti di gara. “L’arbitro è un atleta tra atleti e come tale deve comportarsi: deve avere uno stile di vita rigoroso, dentro e fuori dal campo, oltre che una dieta controllata”.
L’ospite si è soffermato successivamente sul fatto che un arbitro deve saper curare tutti i particolari, a partire da quello dell’organizzazione della trasferta per arrivare il più sereno possibile all’evento.
“Non dobbiamo mai essere autoritari ma autorevoli, tenendo un comportamento corretto nei confronti dei calciatori dei quali però non si deve tollerare forme di protesta eccessive”.
“L’arbitro deve essere inoltre “impermeabile” – ha proseguito Valeri – se si commette un errore bisogna essere in grado di buttarlo dietro e andare avanti. Questa è la cosa più difficile ma anche la più importante così come fondamentale è dimostrare tempestività e sicurezza nelle proprie decisioni”.
Paolo ha concluso il suo accorato intervento, tra gli applausi, invitando tutti i colleghi presenti ad essere orgogliosi di essere arbitri e di appartenere alla nostra grande Associazione.
Al termine delle serata molti sono stati gli associati che non si sono fatti scappare l’occasione per fare delle domande a Paolo, che ha risposto con la disponibilità e la generosità che contraddistingue la sua persona.
Ha chiuso i lavori il Presidente Stefano Suelotto che, oltre ad omaggiare il graditissimo ospite con alcuni prodotti tipici locali, lo ha nuovamente ringraziato per la serata che a Bassano non sarà facilmente dimenticata, prima di proseguire in convivialità presso un locale della zona.
Nella foto, il Presidente sezionale Stefano Suelotto (a destra) con Paolo Valeri.

0