image zuanetti a roma2 con ubertiniLunedì 17 marzo è una data che Roma2 e soprattutto il movimento del futsal sezionale dimenticherà difficilmente. Il calcio a 5 è stato protagonista di un evento di rara importanza che ha richiamato non solo tutti i nostri associati, ma anche colleghi provenienti da altre sezioni, nonché rappresentanti illustri del mondo arbitrale, sia a livello regionale, sia a livello nazionale.

image_1 riunione con zuanettiL’ospite principale della riunione tecnica è stato Claudio Zuanetti, vice commissario della CAN5 proveniente dalla sezione di Treviso, che con la sua esperienza ha ripercorso gli aspetti fondamentali del regolamento del Futsal. La prima parte della riunione ha visto un rapido excursus sul dove questa disciplina sia nata e di come negli anni si sia evoluta pian piano fino a diventare quel che è oggi. Nato negli anni ’30 in Uruguay per ovviare a problematiche relative ai campi da gioco per il calcio a 11 (erano pochi ed in pessime condizioni) il Calcio a 5 ha raggiunto oggi un livello mondiale con moltissime squadre e competizioni equiparabili a quelle del calcio a 11 (per esempio la Champions League e Coppa del Mondo).
Nel 1978 nacque in Italia la prima federazione del Calcio a 5 (denominata “Federcalcetto”) che era distaccata dalla FIGC. Successivamente è entrata a far parte della FIGC: il primo campionato italiano si è svolto nel 1983/84. Nel 1988 il calcio a 5 è stato riconosciuto in ambito internazionale anche dalla FIFA. Ad oggi il migliore risultato a livello internazionale per una squadra di club italiana è stato il raggiungimento della Final Four di Champion’s League da parte della società Luparense. Uno sport con numeri in costante aumento, professionalità sempre maggiore e spettacolo senza pari dovuto prevalentemente alla rapidità e alla velocità del gioco che contraddistinguono il Futsal.

image_2 riunione con zuanettiSi è poi passati ad analizzare il calcio a 5 sotto l’aspetto arbitrale e qui la grande esperienza di Zuanetti si è fatta notare. Regola per regola, aiutato da immagini e video, il nostro ospite ha rimarcato l’importanza di conoscere a fondo il regolamento e la necessità di mantenere sempre ad alti livelli la condizione atletica, senza la quale difficilmente si potrebbe stare dietro al gioco. Il graditissimo ospite è riuscito a coinvolgere i presenti destando l’interesse di una sala gremita: si è rivelata un vero spot promozionale per questa disciplina, con molti spunti positivi emersi dalle risposte alle domande postegli dai colleghi neofiti di questo sport.

L’ospite della serata è stato introdotto dal nostro associato Manuel Manchi e dopo un breve video di benvenuto il microfono è passato al nostro presidente sezionale Massimo Ubertini il quale ha prima salutato tutti gli ospiti presenti, e poi dato la parola al vice commissario Zuanetti.

image_6 riunione con zuanettiLa platea era delle grandi occasioni e i posti a sedere quasi tutti esauriti. Oltre ai nostri rappresentanti di Roma 2, tra cui il presidente Massimo Ubertini, il vice presidente Daniele Di Resta e il delegato per il Calcio a 5 Giuseppe Mannatrizio, la nostra sezione ha potuto vantare, con grande orgoglio, l’illustre presenza di  grandi ospiti come Francesco Massini, organo tecnico del CRA Lazio, Paolo Samà, presidente della sezione di Ciampino, Antonio Buccini, vice presidente della sezione di Ciampino, Pietro Taranto, Responsabile area tecnica del C5 e vice presidente di Roma1, Domenico Trombetta, rappresentante Aia del calcio a 5 presso il giudice sportivo. In prima fila i nostri nazionali: Daniele Di Resta, Simone Micciulla, Daniele Intoppa, Gaspare Asaro e l’osservatore Rossano Naspini (evidenziati nella foto copertina).

image_3 riunione con zuanettiCiascuno di loro ha voluto fare i complimenti, a cui noi tutti ancora una volta ci uniamo, al nostro Daniele Di Resta che proprio il giorno prima scendeva in campo come terzo arbitro nella finale delle FINAL EIGHT di coppa Italia di Serie A1. Conclusasi la riunione non c’era modo migliore di completarla se non andando a cena tutti insieme. Ottima occasione conviviale per scambiarsi opinioni, aneddoti e tante risate il tutto in assoluta allegria e voglia di stare insieme.

Il Calcio a 5 di Roma2 ancora una volta ha dimostrato il suo spessore, il suo valore riuscendo a richiamare grandi esponenti del settore arbitrale che, grazie alla loro immensa esperienza, sono stati in grado di infondere negli animi di tutti i ragazzi che calpestano i campi da gioco, un pizzico in più di passione, divertimento e grande voglia di raggiungere obiettivi sempre maggiori. Dobbiamo andare fieri di essere arbitri, dobbiamo esserlo ancora di più nell’appartenere a Roma2.

0