Ha avuto luogo nella suggestiva cornice del Terminillo, nei giorni 20 e 21 settembre, l’annuale raduno dell’OTS del calcio a 5. Grande affluenza da parte dei nostri associati, che si sono dati appuntamento alle 14:30 di sabato all’Hotel Togo Palace. Il raduno è stato impreziosito dalla presenza di rappresentanti del CRA e dell’OTN, tra cui il vicepresidente e responsabile per il calcio a 5 di Roma 2, Daniele di Resta. Dopo essersi sistemati nelle stanze i ragazzi si sono spostati al campo d’allenamento per i tanto agognati test atletici. 4×10, trenta metri e Ariet hanno testato la tenuta atletica degli arbitri che speriamo, un giorno, potranno essere l’orgoglio della nostra sezione.

Superati brillantemente i test è stata la volta delle lezioni sul campo, col nostro Organo Tecnico, Giuseppe Mannatrizio, che ha fatto dono agli arbitri di un po’ della sua esperienza, maturata in anni e anni sui campi di gioco. Squadre formate dai nostri ragazzi si sono sfidate in mini-partitelle, agli ordini dei propri colleghi, in una cornice che ha strappato più di qualche sorriso. Hanno preso per la prima volta il fischietto in mano in un campo di calcio a 5 Fortunato e Alessandro, due arbitri provenienti dal calcio a 11.

Dopo il rientro in albergo e una veloce doccia è stato il momento della parte più meramente concettuale. Radunati nella sala conferenze dell’hotel i ragazzi hanno prima ascoltato le disposizioni del nostro Organo Tecnico Giuseppe Mannatrizio, che dopo aver esposto con orgoglio dei dati che elogiavano i risultati ottenuti nelle ultime stagioni da Roma2, ha ricordato le procedure più importanti pre e post gara, come monito per non adagiarsi sugli allori e, anzi, puntare a migliorarsi ancora di più.

A quel punto è stata la volta del componente del Settore Tecnico nazionale, Roberto Fichera, che ha rinnovato la sua presenza al raduno dell’OTS del calcio a 5 di Roma2 per il terzo anno consecutivo. A Fichera è andato il compito di leggere e illustrare la Circolare Numero Uno, contenente le sostanziali modifiche al regolamento. Fichera ha messo a disposizione la propria esperienza e la propria simpatia per spiegare a tutti cos’è cambiato e come comportarsi di conseguenza.

Dopo i test teorici è stata l’ora della cena, consumata all’albergo stesso. Quattro chiacchere e qualche risata hanno accompagnato gli arbitri prima del pernottamento, con la sveglia del giorno successivo che è suonata di buonora. Colazione alle 8:30 e poi tutti in aula per parlare di Condotta Gravemente Sleale con Giuseppe e col solito contributo di Fichera.

Prima della fine è intervenuto il nostro presidente sezionale, Massimo Ubertini, che come al solito è riuscito a farci visita, ribandendoci ancora una volta come in tutta la sezione, che si parli di calcio a 11 o a 5, la parola d’ordine sia “coesione”.

Quindi è stata la volta di altri quiz teorici e, dopo aver liberato le stanze, sono stati visionati alcuni filmati tratti dalla finale di serie A1 dello scorso campionato tra Luparense e Marca Trevigiana.

Alla fine sono stati premiati i ragazzi che meglio si erano distinti nei test, sia a livello atletico che regolamentare, a conferma che a Roma2 il lavoro e la passione vengono sempre ricompensati. Il raduno si è concluso col pranzo, i ringraziamenti di rito a Massimo Ubertini e Giuseppe Mannatrizio per aver organizzato il tutto, e i saluti, nella speranza che oltre ad aver affinato la conoscenza del regolamento e la tenuta atletica, questo evento sia servito a cementare un gruppo che cresce ogni giorno di più. Perché Roma2 prima di essere una sezione è una grande famiglia e come tale fa un grande in bocca al lupo a tutti gli arbitri e gli osservatori la cui stagione sta per iniziare.

A cura di Luca Paverani.

0