L’apertura sezionale di lunedì 14 settembre non è stata solo una pura formalità: benchè si sia iniziato a lavorare da agosto, per le organizzazioni di raduni e riunioni ad hoc, il primo giorno di sezione,vista anche la data, ha sempre un’emozione particolare.

consiglioSezione gremitissima e Consiglio Direttivo al completo, inizia così ufficialmente la Stagione 2015/2016, con un breve video che racchiude i più grandi traguardi raggiunti dai nostri associati nello scorso anno e tutto il bello dell’estate appena trascorsa, tra finali di tornei, preparazione atletica e raduni nazionali e regionali.

Un piccolo incipit per il nostro Presidente Massimo Ubertini, che ha voluto ringraziare pubblicamente tutti coloro che per anni hanno portato il nome di Roma 2 in giro per l’Italia e che, per svariati motivi, sono stati avvicendati. Un applauso ancor più forte poi è stato fatto a coloro che nei primi giorni di luglio hanno ricevuto il grande onore di essere promossi alle categorie nazionali.

Il Presidente ha tenuto una breve ma molto incisiva riunione, sottolineando quanto di buono è stato fatto nello scorso anno, ma soprattutto quanto ci si aspetta da quello appena iniziato, con obiettivi ed aspettative ancora più ambiziose.
Il lavoro di ogni singolo componente di Roma 2 è fondamentale, dai consiglieri che lo hanno accompagnato e lo accompagnano in questa presidenza, fino ai ragazzi che con passione si dedicano a questo ruolo.
Un anno importante quello che ci attende, soprattutto per una ricorrenza molto significativa: il traguardo dei 30 anni per la nostra sezione, che non smette di crescere.

Un aspetto su cui ha puntato molto il Presidente è stata la coesione, il sentirsi parte di un gruppo, dove tutti sono importanti: a partire dai consiglieri, non a caso vestiti tutti con la stessa polo d’ordinanza, a significare quanto ognuno di loro possa essere d’aiuto nello stesso modo, a prescindere dal ruolo ricoperto.
Lo stesso spirito che deve inondare i ragazzi, soprattutto quando un collega ha bisogno di supporto, perchè sarà anche vero la corsa verso i propri traguardi è in solitaria, ma l’appartenenza alla propria sezione, prima che all’AIA, si dimostra proprio nei momenti di difficoltà.

A rappresentanza di tutti i promossi nazionali della scorsa stagione, Daniele Martinelli, fresco di esordio in CAN B, ha voluto dedicare qualche emozionata parola a tutti i ragazzi: “…rimanete sempre voi stessi, qualsiasi obiettivo voi raggiungiate. Non dimenticate mai da dove venite, ossia la sezione, che dovete frequentare come il primo giorno, perchè questo è il vero modo in cui si cresce e si può aspirare a qualcosa di più grande. Una sezione dove si trovano amici per la vita, colleghi con cui confrontarsi e un gruppo di persone sane che difficilmente si vede altrove“.

Applausi, un rinnovato IN BOCCA AL LUPO a tutti i presenti e così si conclude la prima riunione stagionale, preludio ad un anno di grandi risultati!

A cura di Giulia Tempestilli

 

0