• Mar. Apr 13th, 2021

ROMA2 BATTE CIAMPINO…MA CHE FATICA!

Avatar

Diadmin

Dic 6, 2012

Si è svolta mercoledì sera, con un freddo pungente, la tanto attesa amichevole della formazione della nostra Sezione di Roma2 contro Ciampino allenato da mister Fabrizio Nicolli, nell’impianto di Via Galatea in quel di La Rustica. La squadra di mister Riccardo Fabbro e del vice Andrea Zuin, sorvegliati dal Presidente Massimo Ubertini, ha faticato non poco a imporsi sul risultato, nonostante le numerosissime azioni da gol create e…fallite!

Primo tempo (4-1-4-1) : Signorello, Anselmo Giunta Modica Bonsoccorso, Micciulla, Lomartire Lanzellotto (Pavia al 25′) Minafra Moriconi, Intoppa (Aucello al 25′).
Parte male l’incontro per i nostri ragazzi, in quanto i padroni di casa vanno subito in vantaggio: difesa alta che si fa infilare da un’imbucata centrale e nulla da fare per il debuttante Signorello tra i pali. E’ vivace però la nostra reazione: occasioni per Lomartire e Moriconi imbeccati da Micciulla e per Intoppa servito da Minafra, i cui tiri vanno di poco a lato. Finalmente c’è la prima sovrapposizione di Bonsoccorso, che manda in profondità Moriconi che con forza e caparbietà sulla sinistra riesce ad avere la meglio di due marcatori, entrare in area e da posizione defilata battere il portiere sul secondo palo: meritato pareggio. Pronti e via, subito vicini al raddoppio: spiovente di Bonsoccorso lungo e raccolto da Lomartire che con una finta riesce a disorientare l’avversario e mettere in mezzo per l’incursione di Minafra che di testa dal limite dell’area coglie una traversa pazzesca, dopo anche un tocco impercettibile ma decisivo dello straordinario portiere ospite. Lo stesso Minafra ci prova dai 30 metri, il cui tiro a giro sotto l’incrocio dei pali è deviato in angolo dal portiere. Ma la sorte non è dalla nostra parte a quanto pare, stessa dinamica dell’ultima nostra azione e Ciampino passa in vantaggio: dall’unico loro angolo del primo tempo, il pallone è respinto da Giunta e finisce sui piedi di un avversario il cui tiro sorprende il nostro portiere in modo beffardo e si infila sotto la traversa. A seguire, Minafra di testa prolunga poi per Lomartire che è steso al limite: calcia la punizione e..segna. Oh ma l’arbitro deve fischiare! Ci riprova e la palla sbatte sulla barriera, perdendosi sul fondo. Finisce il primo tempo, sotto per 2-1.

Secondo tempo (4-1-2-3): Signorello, Pavia Giunta Modica Bonsoccorso, Micciulla, Valente Moriconi (Minafra al 15′), Aucello (Anselmo al 15′) Castaldo Intoppa (Lanzellotto al 20′).
E’ veemente la reazione dopo la strigliata dello staff tecnico, le verticalizzazioni di Micciulla hanno effetto: Castaldo due volte e Moriconi hanno la palla buona, ma calciano a lato. Ancora Valente dal limite esalta il portiere ospite. Entrano Minafra e Anselmo e Pavia è spostato sulla fascia sinistra: Valente e Micciulla danno la palla buona a Castaldo che calcia al lato prima, contro il portiere in uscita poi. Il bomber però si rifa: dopo una percussione sulla fascia parte un cross dal fondo, mischia, palla a Castaldo e..s’abbracciamo! Pareggio di Roma2, finalmente! Ancora occasioni per Minafra e Valente, poi l’incredibile: angolo di Lomartire, Modica si coordina e tenta la rovesciata alla Osvaldo che sarebbe stato un +3 al fantacalcio clamoroso, ma il pallone sbatte sulla schiena di un avversario, tap-in di Minafra all’altezza del fischetto e palla che sfiora la traversa. Quanto tutto sembra finito, ecco il miracolo: Minafra recupera palla, dopo un filtrante il pallone finisce a Castaldo che serve un pallone d’oro in verticale al taglio centrale del neo-entrato Lanzellotto che con un colpo sotto, sporco e non si sa quanto voluto, beffa il portiere ospite e insacca. E’ il primo vantaggio di Roma2 al 15° tentativo del secondo tempo, contro gli zero di Ciampino che fanno freddare le mani del povero Signorello.

INTERVISTE DEL POST GARA A MISTER FABBRO
– Mister, come è andata secondo lei?
– Diciamo che la gara al primo tempo è stata brutta, per fortuna nessuno aveva pagato il biglietto. Il secondo tempo meglio, abbiamo preso d’assalto l’avversario che ben si è difeso, in particolare i miei complimenti vanno al loro numero 1 che è stato impeccabile.

– Cosa non ha funzionato quindi nel primo tempo?
– Sicuramente il centrocampo, avrei voluto iniziare in modo diverso, con Bertoldi (assente) davanti alla difesa e Micciulla più alto a rubare palloni. La Calma di Bertoldi davanti la difesa si è sentita, il buon Micciulla si deve ancora calare nei panni del centrocampista davanti alla difesa, con il tempo troverà meglio la posizione e correrà meno così da essere più lucido in fase d’impostazione. Minafra e  Valente  hanno un po’ deluso le aspettative. Dal primo mi aspettavo meno palloni persi in fase di possesso e dal secondo delle conclusioni migliori sopratutto quando tirava dal limite: della serie ALMENO LA PORTA PRENDIAMOLA.

– Davanti ci siamo fatti sentire solo nel primo tempo perchè?
– Diciamo che giocavamo con 3 punte molto larghe quindi il lancio lungo era una palla persa in quanto il nostro centrale d’attacco si trovava tra 3 avversari impossibilitato a giocare il pallone. Bisogna cercare di più Lo Martire che ha una marcia in più sulla fascia destra rispetto agli avversari. Quindi il segreto sarà meno verticalizzazioni la prossima gara.

– Cosa ha cambiato la partita tra primo e secondo tempo?
Sicuramente la più giovane età degli avversari e la loro meno esperienza in queste piccole gare l’hanno fatta da padrone, ci hanno permesso di giocare di più, sono spariti i lanci lunghi e abbiamo fatto 3 gol con 3 passaggi filtranti.

– Parliamo dell’età come mai questo svecchiamento?
– Beh agli storici Bianchi, Bertoldi, Pelin, Di Loreto, Anselmo, Nania, sicuramente Roma 2 deve dire grazie per tutto quello che hanno fatto. Nessuno ha un posto garantito in squadra tutti se lo devono sudare, certo che vederli in campo tutti insieme sarà difficile per motivi anagrafici però sono convinto che aiuteranno moltissimo i nuovi ragazzi a fare esperienza in questi tornei. Li voglio con me anche quest’anno senza dubbi. In difesa infatti si è visto un Anselmo non più velocissmo ma supportato da uno spettacolare Modica che compensava quando Giulio rallentava e viceversa quando Massimiliano esagerava, Giulio con calma richiamava all’attenzione. Un buon equilibrio è il segreto.

– Passiamo al terminale offensivo tre gol possono bastare?
– Sicuramente per vincere ne basta anche 1 solo, in più dell’avversario. Ma quanta fatica per buttarla dentro. Nella prima parte di gara ho provato Intoppa che forse perchè ancora troppo freddo ne ha sbagliato all’inizio uno facile facile. Poi il nuovo acquisto Aucello ha fatto il suo ma entrambi li ho preferiti nel secondo tempo larghi. Il bomber Castaldo dalla panchina ha rosicato a sufficienza, ha capito che deve fare la sponda e che può tirare solo se fronte alla porta, la sua stazza non gli permette di stoppare, tenere il pallone, smarcarsi, girarsi e tirare. Moriconi può essere una arma in più davanti ma sicuramente il meglio lo dà quando gioca a centrocampo, corre tanto e gioca con gli esterni, gli chiedi una cosa e la fa.

– Lanzellotto match-winner se lo aspettava?
– Diciamo che i miracoli accadono ogni tanto, sicuramente ce la sta mettendo tutta. Ieri con un buon taglio è riuscito ad anticipare il portiere, chi si impegna alla fine riesce.

Alla prossima gara!!!!

0