raduno eccellenza promozioneGiovedì 28 novembre tutti gli arbitri di promozione ed eccellenza si sono riuniti in quel di Villa Artemis a Nemi per un nuovo raduno, che seppur ricco di emozioni e spunti di crescita, non è stato programmato per discutere di argomenti piacevoli.
L’ennesimo episodio di violenza su un collega ha spinto il nostro Presidente Ceccarelli a volerci incontrare come di consueto, per manifestare la sua indignazione riguardo questi episodi ingiustificabili.
È stata così colta l’occasione del raduno di novembre, per discutere di questi atti inqualificabili, ma anche per rivedere tutti i colleghi e i membri della commissione, rendendo comunque piacevole l’incontro, nonostante l’ordine del giorno poco piacevole.

Il Presidente ha come sempre dato inizio al raduno con un discorso carico di motivazione, incitamento a far bene nelle nostre gare, e questa volta più di ogni altra, di voglia di metter fine a questi spiacevoli episodi.
Si è trattato anche di un incontro dall’alto contenuto tecnico, in quanto ha come sempre preso la parola Sergio Coppetelli, richiamando l’attenzione su alcune situazioni riscontrabili sui terreni di gioco, prettamente comportamentali. È risultato chiaro che nonostante i fatti accaduti, noi andiamo avanti, supportati dalla nostra commissione e dai nostri osservatori, anche loro presenti in questa giornata. Ovviamente erano presenti anche i Papà, come li chiama Ceccarelli, i nostri presidenti di sezione, accorsi come sempre per l’occasione.
Presidente e Vice Presidente quindi hanno come in passato trasmesso energia, amore per la nostra associazione e per tutti noi, lasciando spazio a osservatori ed arbitri per dire la propria.
Proprio questo aspetto è stato sottolineato da un osservatore in un suo intervento: la possibilità che ci viene concessa di dire il nostro pensiero, di avere questo rapporto che abbiamo con tutta la commissione. Un rapporto di fiducia, trasparenza e rispetto, completo di questi momenti di riflessione, e di momenti di gioia e divertimento come quello passato dopo la riunione, a cena.

pavia bertoldiAlla fine di ogni discorso infatti c’è stata una cena all’altezza della situazione, sempre presso l’hotel dove abbiamo passato l’ennesimo grande raduno. Durante la cena si è cantato e ballato, ma soprattutto si è passato tutti insieme uno di quei momenti che permettono a tutti noi di unirci, e fare squadra. Una squadra numerosissima, che ad ogni occasione riesce a vivere con questa gioia i momenti di riunione.
Un altro momento dunque che ognuno di noi può aggiungere ai numerosi già trascorsi con tutte le persone coinvolti nei campionati di promozione ed eccellenza. Momenti che hanno permesso il formarsi di legami importanti fra tutti noi.

È doveroso chiudere con la celebre frase del nostro Presidente Ceccarelli, “Che la festa continui!!!!”.

A cura di Marco Ferrara

0