• Gio. Giu 24th, 2021

ROMA 2: PRIMO INCONTRO STAGIONALE

Diadmin

Set 14, 2016

Anche Roma 2 da il via ufficiale alla nuova stagione sportiva con la prima riunione dell’anno.

Arrivano alla spicciolata, chi in punta di piedi, chi con il suo carattere esplosivo, chiacchierano, si salutano.
Ritirano il nuovo regolamento, quest’anno particolarmente insidioso, la divisa sezionale, nuova e scintillante col suo blu acceso, e piano iniziano a riempire la sala. Così senza nemmeno accorgersene la Sezione è gremita dei suoi ragazzi, si scambiano le impressioni sull’ultimo raduno nazionale, le prime esperienze in organico CRA, gli osservatori che hanno avuto alle prime giornate. Quando scatta l’ora della riunione, alle 20.00 in punto, sono rimasti solo i posti in piedi.

20160912_201931Il Presidente Massimo Ubertini apre la seduta dando un caloroso benvenuto a tutti, ringraziandoli nuovamente per la fiducia con la quale gli hanno affidato il timone della Sezione per i prossimi 4 anni. Prima di continuare però, un doveroso minuto di raccoglimento è stato osservato per ricordare la tragedia che ha purtroppo colpito un nostro associato a seguito del terremoto del centro Italia, durante il quale ha perso entrambi i genitori. Il Presidente ha inoltre informato tutti i presenti della raccolta fondi che su sua iniziativa ha preso il via, per fare una donazione ad una associazione indicata dallo stesso Davide Olivandi. Nel suo intervento, breve ma incisivo, il Presidente ha ribadito le soddisfazioni a livello nazionale che ha portato l’estate 2016, con molte promozioni dalla CAN B alla CAN D. Ha rinnovato la totale disponibilità sua, e non solo, volta alla crescita di ogni singolo associato, con la certezza che dall’altra parte si riceverà lo stesso impegno e la stessa serietà che il gruppo del Consiglio Direttivo mette per rendere sempre migliore la Sezione “Riccardo Lattanzi”.

20160912_202600Ha lasciato la parola ai suoi “angeli custodi”, come da lui stesso definiti, ossia il Vicepresidente Vicario Giulio Dobosz ed il Vicepresidente Daniele Di Resta.
Giulio Dobosz, nel sottolineare e sposare in pieno ogni parola di Massimo Ubertini, ha ricordato a tutti come l’impegno profuso dalla Sezione per la realizzazione della Festa del Trentennale di Roma 2 merita la partecipazione di quanti più associati possibili, essendo un’occasione unica organizzata in primis e soprattutto per rinsaldare lo spirito associativo che ci ha sempre contraddistinto.
Sulla stessa linea anche Daniele Di Resta, con particolare attenzione al gruppo del Calcio a 5, che sotto la sua ala protettrice continua ad essere sempre in crescita.

20160912_202814Massimo Ubertini ha poi chiesto l’intervento dei nazionali presenti alla riunione, a cominciare da Daniele Martinelli, che con la disponibilità dimostrata verso i suoi “colori” sezionali è un esempio per tutti. “Non trascurate mai nessun aspetto della preparazione, quella atletica con la frequentazione dei poli di allenamento, ancor meglio se nazionali; lo studio del regolamento, con i suoi profondi cambiamenti da assimilare il prima possibile; la partecipazione alla vita sezionale, alle riunioni ed ai raduni, per ricambiare gli sforzi che compie la Sezione e continuare a crescere”.
Il Presidente ha richiamato davanti alla platea anche Domenico Fontemurato, con la simpatica frase “…da Archi a Siena!” (esordio Can Pro, ndr). Nell’emozione di parlare davanti ai suoi consezionali, traspare il concetto che se si mantiene sempre la concentrazione sul proprio obiettivo, si lavora sodo per raggiungerlo, difficilmente il sogno rimarrà nel cassetto.
Infine l’intervento di Marco Bianchi e Giulia Tempestilli, assistenti promossi alla Can D (insieme a Gabriele Mari). Poche parole per raccontare le emozioni del primo raduno a Sportilia, l’esordio in una categoria nazionale ed il ringraziamento a tutti i colleghi più esperti che negli anni hanno aiutato la crescita personale ed arbitrale degli assistenti.
Anche i ragazzi neopromossi dalle categorie provinciali a quelle regionali hanno raccontato le loro esperienze: David Nuccetelli, nuovo elemento della Seconda Categoria, e Valerio Caldarola, inserito nel progetto Mentor&Talent della Regione Lazio.

In poco più di un’ora si sono gettate le basi per la stagione, che sarà sicuramente ricca di emozioni e di soddisfazioni!

0