Daniele Di Resta deve dire addio al Terreno di Gioco ma ha ancora una lunga carriera dirigenziale

Divenuto arbitro nel dicembre 2006, dopo 4 anni passa in CAN 5: è qui che Daniele diventa un Arbitro d’Elite nell’organico del Futsal nazionale e non solo. La finale supercoppa dell’u21 nella sua seconda stagione fra Kaos e Martinafranca e la designazione come cronometrista in gara-5 scudetto di A1 fra Marca e Luparense sono solo un antipasto al suo curriculum arbitrale. Già Vice-Presidente di Sezione, nel 2014-2015 arbitra stabilmente in A e viene scelto per arbitrare alcuni incontri prestigiosi come la Gara-1 della finale scudetto. Il 4 gennaio 2016 viene nominato arbitro internazionale e nello stesso anno dirige gara2 della Finale Scudetto femminile tra Isolotto Firenze e Montesilvano. Il suo esordio in competizioni internazionali, avviene il 17 Agosto 2016 nella Repubblica di Andorra, dove viene impiegato nei preliminari di Uefa Futsal Cup, dirigendo tre gare tra cui quella inaugurale tra gli inglesi dell’Oxford City Lions FC e i kosovari del Feniks. Nel novembre dello stesso anno, partecipa al suo primo raduno a Budapest, per gli arbitri neo immessi. Nel corso della stagione 2016-2017 dirige alcune amichevoli della nazionale Italiana, fa parte della quaterna della finale di coppa Italia tra Luparense e Pescara e dirige gara 1 della Finale Scudetto, sempre tra quest’ultime società. Nel 2019 dirige la finale di supercoppa Italiana, tra Italservice Pesaro e Acqua&sapone. A causa della pandemia abbattutasi nel 2020, con relativa interruzione dei campionati, gli viene concessa la deroga di un anno. Termina la sua attività sui terreni di gioco il 19 Giugno del 2021, dirigendo gara 3 della finale scudetto di serie A femminile tra Città di Falconara e Montesilvano. Durante la sua attività, ha diretto più di 70 gare nella massima serie portando in alto il nome di ROMA 2: non possiamo che dirti immensamente grazie!

Abbiamo cercato di ripercorrere l’intera carriera di Daniele, che da Formazione degli organici deliberata dall’AIA è stato dismesso per limiti di permanenza nel ruolo.

Resta il suo impegno in sezione come riferimento per tutti gli associati. A lui il presidente Domenico Trombetta a nome del consiglio direttivo e di tutta la forza sezionale augura il meglio per la sua carriera futura e lo ringrazia per questi 11 anni come faro e come guida del calcio a cinque e della nostra sezione.

Video Daniele Di Resta – Una Carriera Infinita

0