Il 9 febbraio 2013 i nostri ragazzi in organico di prima categoria sono stati chiamati a Latina per riconfermare la buona prestazione atletica e di conoscenza regolamentare dell’inizio stagione, ma i risultati sono andati ben oltre le aspettative.

Il temuto Yo-Yo è stato affrontato con grande concentrazione e grinta che ha portato alla realizzazione di ottimi tempi e i quiz regolamentari effettuati nel pomeriggio sono superati con brillantezza.

 

Nella mattinata la consueta lezione sul campo del Vice Presidente regionale Sergio Coppetelli svolta nell’impianto del SA.MA.GOR. a Latina ha permesso di consolidare le nozioni e le disposizioni tattiche di inizio stagione, dando ancor maggiore solidità al valore di ogni arbitro. A tale scopo nel pomeriggio, nella location bucolica del casale rosa, si sono aggiunti gli interventi magistrali dei due OT di categoria Antonio Di Blasio e Fabrizio Lena che con simpatia e vitalità hanno affrontato le criticità del campionato in corso con lo scopo di rendere il frenetico finale di campionato una passeggiata agile e divertente che per molti potrebbe rappresentare una galoppata verso una possibile promozione.

Nel pomeriggio si sono susseguiti l’intervento istituzionale del Presidente regionale Nazzareno Ceccarelli, che ha caricato gli animi, con il solito brio che lo contraddistingue, raccontando aneddoti della sua vita arbitrale e da osservatore, che ha permesso ai giovanissimi arbitri della categoria di fare tesoro di vere esperienze di spessore, creandosi un bagaglio unico su cui costruire la propria carriera.

Ulteriori interventi al già ricchissimo pomeriggio sono stati quelli più logistici del Segretario CRA Pino Quaresima che ha spiegato pregi e problematiche di Sinfonia4you ed dell’OT degli osservatori che ha aperto un confronto diretto con i ragazzi per migliorare, sia da un lao che dall’altro, il complesso e difficile rapporto arbitro-osservatore, soprattutto nel colloquio post gara.

A fine lavori sono stati presentati anche i 20 nuovi immessi dalla seconda categoria in prima che hanno avuto un raduno parallelo di formazione nei locali del primo piano del casale rosa.

Sicuramente un esperienza che ha arricchito ognuno dei ragazzi supportati e incoraggiati, soprattutto durante lo Yo-Yo come testimoniano le foto da lui stesso realizzate) per tutta la giornata dal nostro presentissimo presidentissimo.

In serata stravolti i ragazzi hanno affrontato il ritorno a Roma, ricchi di un tassello in più nel loro patrimonio arbitrale da accrescere non solo in campo ma anche grazie a raduni come questi che oltre a nozioni puramente tecniche li riempiono di umanità e carattere arbitrale.

di Fiammetta Susanna

0