foto 2 raduno seconda categoria febbraio 2014A cura di Cristiano Rosati  – Anche per gli arbitri dell’organico di seconda categoria è arrivato il momento del raduno di metà campionato, tenutosi nella splendida cornice di Nemi che ci ha ospitato per una giornata lunga, intensa, faticosa ma molto produttiva e positiva per i nostri ragazzi. Già alle ore 8 le prime sezioni, compresa la nostra, si sono date appuntamento al campo comunale per eseguire le prove atletiche e poi, a seguire, tutte le altre; dopo un breve ma efficace riscaldamento e un giusto approccio mentale si è partiti subito con le prove, prima sui 40 metri e poi sul temutissimo yo-yo test, che però è stato superato con ottimi risultati.
Quindi grande preparazione, determinazione e grinta che ci è stata trasmessa anche dalla presenza del nostro presidente, Massimo Ubertini, sempre pronto a caricarci e spronarci, per dare il meglio di noi stessi. Il tempo di una breve doccia e di nuovo sul terreno di giuoco per ascoltare i preziosi consigli del vice presidente CRA, Sergio Coppetelli, nella sua lezione, non tanto improntata su questioni tecniche quanto più sulla preparazione ad una gara e ad un giusto approccio mentale all’evento che andiamo a dirigere, sempre con serenità e tanta voglia di fare bene. Durante la mattinata anche la presenza del presidente CRA, Nazareno Ceccarelli, che ha potuto apprezzare gli ottimi risultati raggiunti, è stata fondamentale per noi ragazzi per affrontare al meglio il lavoro.
foto 3 raduno seconda categoria febbraio 2014Dopo le prove atletiche si è passati ai quiz regolamentari, che si sono tenuti presso l’hotel Monte Artemisio, a pochi passi dal campo comunale di Nemi, e anche qui stesso copione, stesso risultato: ottimi i risultati anche dal punto di vista tecnico. Dopo il meritato pranzo, che non è stato solo un momento di relax ma anche di confronto tra noi colleghi sulle partite che ogni domenica andiamo a dirigere, si è aperta la seconda parte del raduno, in primis, con la presentazione e il giusto benvenuto ai neo immessi in seconda categoria e per noi di Roma 2 il grande in bocca al lupo va a Andrea Giansanti, Gianmarco Trecca e Raimondo Martuscelli; a seguire il caloroso saluto di Nazareno Ceccarelli, seguito da quello di Coppetelli e poi dai due organi tecnici Partuini e Alessandroni, che si sono soffermati su diversi filmati di gare della nostra categoria, tutto materiale didattico improntato alla concentrazione, reattività, determinazione ed energia mentale di un arbitro. Per la regola che la partita non dura solo 90 minuti per un arbitro sono stati inoltre rilevati altri spunti di riflessione come un giusto approccio mentale nell’attività pre-gara e una attenta compilazione del referto, per non incorrere poi in ulteriori problemi, per quanto riguarda l’attività post-gara.  Nonostante la giornata sia stata veramente faticosa, si è dato il massimo fino alla fine del raduno che si è concluso con il saluto del componente nazionale AIA, Umberto Carbonari, il “presidentissimo” dalla sezione di Viterbo; dunque anche per lui un faticoso e lungo viaggio fino a Nemi, ma sicuramente ripagato dalle ottime prestazioni raggiunte e dalla serietà dimostrata da noi ragazzi per tutta la durata del raduno. Quello che noi ragazzi di seconda categoria sicuramente portiamo a casa da questo raduno non è solo un maggior bagaglio tecnico ma anche e soprattutto umano e quest’ultimo passa attraverso un giusto equilibrio, semplicità, libertà, passione e umiltà da parte di un arbitro: solo così si potrà costruire qualcosa di veramente importante. “Per essere grandi bisogna prima imparare ad essere piccoli” (Papa Francesco).

0